Energie Rinnovabili

OBBLIGATORI GLI IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI

26 Aprile 2012 | Categorie : Energie Rinnovabili, Risparmio Energetico |

Il DLgs 28/2011 introduce l’oobligo di installazione di impianti a fonti di energia rinnovabile

Il 3 marzo 2011 è stato emanato il DLgs n. 28/2011 “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE”. Tra le altre cose, all’articolo 11 il decreto prescrive che i progetti di edifici di nuova costruzione ed i progetti di ristrutturazioni rilevanti degli edifici esistenti prevedano l’utilizzo di fonti rinnovabili per la copertura di una parte dei consumi di calore, di elettricità, e per il raffrescamento. I valori minimi di integrazione energetica, e le decorrenze di tali valori sono riportate nell’allegato 3 al decreto. Sono considerati nuovi edifici quelli per i quali la richiesta del pertinente titolo edilizio è stata presentata dopo il 29 marzo 2011. Sono considerate ristrutturazioni rilevanti quelle che prevedono la demolizione e ricostruzione dell’edificio, o la ristrutturazione integrale degli elementi costituenti l’involucro dell’edificio nel caso in cui la superficie utile di quest’ultimo sia superiore a 1000 mq.

Gli impianti di produzione di energia termica dovranno essere progettati e realizzati in modo da garantire contemporaneamente la copertura, mediante il ricorso ad energia prodotta da fonti rinnovabili:

  • del 50% dei consumi previsti di acqua calda sanitaria
  • della precentuale di seguito indicata, del totale dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria, il riscaldamento ed il raffrescamento:
  1. 20% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
  2. 35% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2016
  3. 50% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1 gennaio 2017.

È vietato coprire il suddetto fabbisogno termico mediante impiantida fonti rinnovabili che producano esclusivamente energia elettrica (ad esempio gli impianti fotovoltaici) la quale alimenti, a sua volta, dispositivi o impianti per la produzione di acqua calda sanitaria, il riscaldamento ed il raffrescamento.

È inoltre obbligatoria l’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica. La potenza elettrica minima installata, misurata in kW, deve essere pari al rapporto tra la superficie in pianta dell’edificio al livello del terreno ed un parametro K pari a:

  1. K = 80 quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
  2. K = 65 quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
  3. K = 50 la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1 gennaio 2017.