normative

Certificazione Energetica degli Edifici

6 Marzo 2009 | Categorie : normative |

Approvato il regolamento per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici.

Il 6 marzo 2009, il Consiglio dei Ministri ha approvato il regolamento che definisce le metodologie di calcolo ed i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici.

Nel 2005, l’Italia ha recepito, con il Decreto Legislativo 192/2005, la Direttiva Europea 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia. In seguito, è stato pubblicato il Decreto Legislativo 311/2006, che ha modificato ed integrato il Decreto 192, ed è attualmente il riferimento in Italia per le verifiche da effettuare in caso di nuove costruzioni, ma anche di ristrutturazioni di edifici, ristrutturazioni di impianti, installazione di nuovi impianti in edifici esistenti, e sostituzione di generatori di calore.

Il regolamento approvato dà attuazione a quanto previsto alle lettere a) e b) dell’articolo 4 del Dlgs. 311/2006, e fa parte di un pacchetto di decreti di cui si attende la pubblicazione da 120 giorni dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo.

Il DPR in oggetto, che pur essendo stato approvato non è ancora stato pubblicato, prevede novità importanti. Ad esempio, richiede il calcolo della prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro edilizio e la verifica che la stessa sia non superiore a valori indicati nel testo del DPR.

Inoltre, è previsto che nel caso di edifici esistenti con numero di unità abitative superiore a 4 e per potenze nominali del generatore di calore dell’impianto centralizzato maggiore o uguale a 100 kW non possano essere realizzati interventi finalizzati alla trasformazione da impianti termici centralizzati ad impianti con generazione di calore separata per singola unità abitativa.

Sempre nel caso di edifici esistenti con numero di unità abitative superiore a quattro, in caso di ristrutturazione dell’impianto termico o di installazione dell’impianto termico sono richiesti interventi per permettere la contabilizzazione e termoregolazione del calore per singola unità abitativa. Sono richieste caratteristiche minime di precisione per le apparecchiature di contabilizzazione.

Nella nuova costruzione di edifici e nella ristrutturazione di quelli esistenti, nonché nella ristrutturazione degli impianti e la sostituzione di generatori di calore, è prescritto un trattamento dell’acqua, con caratteristiche dipendenti dal tipo di impianto e dalla durezza dell’acqua.

Vista la fondamentale importanza del DPR, si consiglia di seguirne attentamente la pubblicazione e quindi l’entrata in vigore.